48h

Ggiusto perché me ne sto andando, sono subentrato in un progetto urgentissimo che necessita di essere completamente rivisto, riprogettato, concluso e consegnato.

Questo ha fatto passare la mia settimana lavorativa, da 32h part-time ad un totale previsto (se mi va bene) di 48h su 6 giorni, di cui l’ultimo sarà una domenica.

Eppur oggi, questo progetto urgentissimo, anche grazie anche ad un nuovo figuro comparso in ufficio, mi ha dato notevoli soddisfazioni.

Mi riservo però di cambiare opinione, quindi, voi, non traquillizzatevi.

4 pensieri su “48h

  1. ah!! ecco perchè sei sparito dal mondo digitale ieri! 😀
    dai lory resisti ancora un paio di giorni, ultime soddisfazioni e poi… libertà!

  2. Fai bene a dare il massimo fino all’ultimo giorno, potrai uscire a testa alta e nessuno potrà avere nulla da ridire.
    Perdipiù, ma tranquillo non te lo diranno, cominceranno a rodersi perché improvvisamente si capirà il valore che costituivi per l’azienda, dopodiché sarai liberissimo di fregartene di loro.

  3. il tuo valore credo lo avessero già in mente, ma che non volessero fartelo sapere. ma se ora te ne vai, con quel lavoro che nessun altro avrebbe potuto correggere e finire decentemente, dovevano per forza chiederti di farlo tu prima della tua partenza.
    se non ti licenziavi te l’avrebbe chiesto comunque, a una settimana dal termine utile ultimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *