76 – poi

Il punto è che col senno di poi, sono tutti bravi a ragionare e dare consigli. Eppure in questo momento sto pensando che avrei potuto essere più impulsivo e fidarmi del mio istinto per dare un radicale cambio alla mia vita.

E invece non ho agito, mi sono lasciato risucchiare dalle (troppe) solite cose e le possibilità di movimento sono finite.

È vero: più che un agire sarebbe stato un salto nel vuoto, eppure ho la fortuna di avere un po’ di ancore di salvezza e devo solo ricordarmi di non aver paura ad usarle in caso di necessità.

Così ora si è di nuovo in quello strano limbo in attesa che succeda qualcosa. Ci sono un paio di eventi da tenere d’occhio, ma per quanto vicini, mi sembrano lontanissimi ed irrangiubili. Sigh.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *