Delusioni da shopping

E alla fine siamo usciti.

Un giro al nuovo (beh, ormai mica tanto) svavillante centro commerciale vicino casa.

Un primo giretto da H&M, diretti al (minuscolo) reparto uomo, giusto per scoprire che a) orrore, H&M ha una nuova sottomarca che cose a bassimo prezzo ma con materiali tremendi b) sono troppo grasso per entrare in un pantalone taglia 34 slim c) ci sono molte cose figose, ma rientrano nella categoria del vorrei ma non posso perché: mi fanno sembrare un palo vestito, non ho nulla da abbinarci, non ho mai messo cose del genere, d) mi intistrisce l’idea di dover comprare capi fall/winter quando non mi sono neanche gotuto l’estate.

Poi un giro da Carpisa, giusto per scoprire che il mio portamonete non è ancora arrivato (o mai arriverà).

Poi uno, lunghissimo, da Saturn. Con la voglia di comprarmi il pack Plastation3 + Little Big Planet + PSP a 399€, quando in realtà a Settembre uscirà la nuova PS3 Slim, più piccola e con HD più grosso, allo stesso prezzo, ma avrei ho comunque tempo di giocarci, né ho un televisore HD per sfruttarla al massimo delle sue capacità. E vabbè, poi abbiamo (ho?) sbavato un po’ davanti al TV Samsung Serie 7 a tecnologia LED. Lo necessito per il mio (nostro?) salotto. E abbiamo perso tempo alla ricerca della chiavetta USB perfetta (e siamo finiti su una SONY 8GB con sistema di chiusura a molla. Figossima).

Poi giretto da Games Stop per vedere se c’era qualcosa di interessante.

Poi al TreEsse Sport, attirati da magliette Tokidoki in vetrina, ma ovviamente avevano la nuova collezione da donna e delle bellissime shopping bag Tokidoki+Onitzuka Tiger, ma di modelli maschili neanche l’ombra, a parte un paio di magliettine che no, non mi piacevano per nulla.

E poi un salto all’Iper alla ricerca di un paio di cose per la cena di questa sera. E abbiamo usato con soddisfazione le casse Self&Via, dopo la tragica esperienza di ieri ad un altro Iper (ma lascio al Byb l’onere di parlare delle pessima avventura).

E alla via di corsa a casa.

E la mia mastercard pretende di essere strisciata un po’.

Uff.

[Pootooo, quando vieni a Milano e mi dai una mano a rinnovare tutto il guardaroba!?]

7 pensieri su “Delusioni da shopping

  1. @Gatto, hai ragione, mi sono confuso. Non entravo nel 44 slim, taglia da abito, credo. E ho fatto confusione con il jeans, che invece era una 30, che però mi rendeva improponibile (e forse anche il colore viola lo era), però mi piaceva.

  2. il jeans non ti cadeva bene. e il viola era di difficile abbinamento, tranne le magliette arancioni che dicevi inadatte al tuo incarnato (per altro imho ti sarebbero state bene)
    mentre il pantalone ti faceva in effetti un palo vestito. il palo vestito più sexy che il mondo occidentale avesse mai visto. e con un posteriore da smozzico.

  3. O seguaci invochiamo tutti insieme una visita meneghina del Santo Poto, protettore di noi poveri incapaci da shopping, cosicchè ci salvi da noi stessi e ci conduca nel paradiso del fashion.
    Per l’occasione potrei venire anche io fino a lì, pensa un po’ 😀
    Secondo me ci sarebbe da divertirsi 😛

  4. @Rosa
    e ti lascerebbero venire armata di carte di credito??? O.o

    comunque io ho fatto un’acquisto bellissimo e praticissimo. e a meno della metà del prezzo sul sito ufficiale.
    😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *