Il post sboccato non censurato dell’A che segue logicalmente B

Sinceramente, non capisco cosa cazzo ci sia di così difficile da capire.

Per l’ennesima volta siete saltati fuori con i soliti toni, le solite frasi e le solite discussioni inutili ed assurde.

Non uno, ma in due, giusto per rincarare la dose, perché uno solo no, non bastava.

Doveva pure arrivare l’altra che non aveva seguito un cazzo del ragionamento (ammesso che così lo si possa definire) e dire le peggio cose.

E vi stupite pure se sono 2 giorni che non ho alcuna intenzione di vedervi, me ne sto chiuso in camera mia, non vi parlo, mi rifiuto pure di mangiare con voi.

E come al solito non avete capito un cazzo del perché.

Perché tanto sono sempre io quello matto, pazzo, traviato da altri.

E voi, poveri santerellini, non fate mai nulla di sbagliato.

E ammesso che possiate fare qualcosa di sbagliato, perché si sa, voi siete infallibili, non avete neanche un briciolo di coraggio onestà e umiltà per ammettere l’errore e chiedere scusa. Ah, ma no, voi siete i genitori e quindi potete.

Beh, certo, complimenti, bravi, bis, continuate così.

3 pensieri su “Il post sboccato non censurato dell’A che segue logicalmente B

  1. Sì, così ti vogliamo, sboccato ed insolente!!!
    Eccheccazz.. Ne hai tutte le ragioni, ne sono sicura.
    Un abbraccio ed un bacio

  2. E’ il primo post in cui fai così largo uso di parolacce…sei davvero fuori di te…
    Sfogarsi fa bene…
    Spero però che tu possa ritrovare serenità e lucidità al più presto.
    Ciao.

  3. Non so se ti riferisci ad un episodio con i tuoi. I miei litigi barra incomprensioni sono lontani e oggi non mi arrabbio più tanto facilmente. Spero che anche tu riesca a fartene una ragione, a sopportare e, perché no?, a sentirti un po’ superiore. Come si suol dire, non può piovere per sempre…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *