Le gelatine, la cantina, il televisore e il fumo

Giornata mediamente pesante.

Dopo la mezza delusione degli incomprensibili voti del laboratorio, ci voleva un pomeriggio per staccare.

Un pomeriggio passato rinchiuso in una cantina a litigare con luci e le gelatine mancanti, le ombre, gli specchi, gli spazi angusti, le linguette da farfallare e le inquadrature, le troppe sigarette fumanti e un televisore non sintonizzato.

Già.

Videoclip making.

Io sto solo dando una mano. Oggi, documentando il backstage, domani come comparsa, prossimamente forse come aiuto montaggio/effetti speciali.

Eppure la cosa mi piace, mi attira.

Non tanto il girare, quanto tutto quello che ci ruota attorno.

E poi le risate, l’intesa, il bello di sentirsi parte di un progetto, il montare e lo smontare, la volontà e la stanchezza.

E domani si ripete. Un po’ più in grande, visto che il set diventerà piazza Affari, Milano.

Sperando che il signor tempo sia clemente e riempia di nebbia il centro.

Sarebbe perfetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *