Nella notte

Questa mail è ringranziare.

Chi mi è stato vicino via blog, email, sms (a cui magari non ho neanche risposto); chi a lavoro si preoccupa per la mia faccia scura; chi ha passato il link di quel post ad un’amica; quest’Amica che subito si è attivata per darmi una mano.

Che poi, alla fine, le cose, molto spesso, basta chiederle.

Ma io sono un po’ fatto così.

Sono arrivato al punto che sto talmente male che voglio fingere che tutto vada bene, che non ci sia nulla di che sfogarsi o altro, per evitare di aggiungere al mio dolore la preoccupazione di un altro. E così arrivano i silenzi, i nervosismi, l’isteria repressa, l’idea di non riuscire a farcela, in niente.

Eppure, nel caso specifico, sono le 4 e passa e sono decisamente a buon punto (pur avendo sfruttato l’aiuto del pubblico). Quasi quasi mi stendo un paio di ore e finisco domani mattima.

Sì, ce la posso fare. Riuscirò a consegnare in tempo.

Per tutto il resto, c’è tempo.

Con la prospettiva – a settembre – di cambiare aria.

8 pensieri su “Nella notte

  1. Ohhhhh, un timido raggio di sole!!
    Bene!

    Per tutto ilr esto cìè Mastercard, altro che tempo!! 🙂

    .. ed è certo che ce la farai!
    Nessuno da queste parti ha dubbi!

  2. forzaaaaaaaaaaaaa!!!! ricorda il mio caro motto “barcollo ma non mollo!” e tu non mollare mai! (anche se a dire sta cosa mi sento tanto maria de filippo con la sua schiera di frocie represse e sfrante!) su su su su su !!!!

  3. Visto che alla fine piano piano si fa tutto?
    Sono proprio sollevata…
    Fiuuuu…
    Guarda che il malefico progetto ritrovo/cena a CasaDiRosa si sta muovendo, nel frattempo 😉

  4. Per il ritrovo/cena a CasaDiRosa io proporrei, se si può, un sabato e un pranzo, che magari è più agevole per tutti…

  5. Again, per il ritrovo, c’è già un apposito post nel blog in cui ognunoi può avanzare pareri e proposte 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *