Sei piedi sotto(terra)

Un’altra nottata di insonnia.

Non riesco o forse non voglio dormire, anche se domani si ricomincia con la solita vita. Sveglia, colazione, doccia, treno, uni.

C’è qualcosa, qualcosa che non mi soddisfa, che non mi va. C’è qualcosa, qualcosa che mi prende mi blocca e non mi fa fare quello che vorrei.

E così è semplice. Molto semplice premere play e via, per quaranta minuti non ci si pensa più a questo qualcosa che non va.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *