E un altro Natale è andato

C’è questa cosa che vedo tutte le vostre foto su Instagram di tavole imbandite, cenoni da 50 persone, alberi di Natale strabordanti di luci, decorazioni, regali.

 

Ecco, io no.

È un po’ più faticoso e solitario. Non c’è così tanta atmosfera, così tanta gente, così tanti soldi spesi in regali, così tanti filtrini per l’Instagram.

Persino vedere gli amici di sempre una volta tornato al paesello è stato un po’ problematico, tanto che la voglia di rientrare subito a casa mia è stata tanta tantissima.

Però poi c’è stato quel pacchettino Amazon arrivato dallo UK, quei messaggini con quelle persone che ci si perde sempre di vista, quel paio di buone notizie in arrivo.

C’è stato un po’ di tempo per riposarsi e ricaricare le energie sul divano e sotto le coperte. E iniziare a pensare a quello che succederà tra un paio di mesi e a tutto quello da pensare e preparare per evitare di arrivare così tardi e all’ultimo. Ma poi si vedrà.

2016, confido in te, sai?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *