La prima domenica dei miei 30 anni

C’è tanto da dire su questa domenica.
Perché è stato il primo festeggiamento per questi 30 anni che sono ormai giunti.
Perché avevo a casa le persone del paesello a cui tengo di più e con cui nell’ultimo anno ho fortificato tantissimo il rapporto, con buona pace di quelli che no, gli pesa veramente il culo a venirmi a trovare o anche solo rispondere agli inviti.
Perché ho visto di nuovo il mio salotto pieno di sorrisi e di risate.
Perché adesso finalmente, con 40 metri di cavo e innumerevoli stick di colla a caldo, ho anche le casse posteriori del sorround funzionanti.
Perché il tempo è volato via veloce e prima era ora di merenda e poi subito di aperitivo che è diventata una sfiziosa cena con un sacco di cose stuzzicanti.
Perché la mia pasticceria preferita si è confermata tale: chiacchiere per merenda, una torta con 3 mousse di cioccolato e pasticcini vari buonissimi. Tanti soldi, ma decisamente ben spesi.
Perché adesso sono a pezzi ma contentissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *