Dieci giorni

Oggi abbiamo portato i Macchi in assistenza. Il mio, Leo, per una serie di piiccoli problemi: SuperDrive (non chiamatelo masterizzatore che lo Steve mi si arrabbia!) che non masterizza più i DVD, qualche problema con la RAM video che a volte produce strani artefatti sullo schermo e già che c’eravamo, anche l’alimentatore che dopo un po’ fa uno strano e preoccupante ronzio.

Il suo invece, povero, non sta più tanto chiuso. Forse colpa dei nipotini che hanno sforzato lo schermo. Ma abbiamo scoperto che non c’è nessun magnete che tiene chiuso il portatile: è tutto un sapiente gioco di molle che – se se ne rovina una – non funziona più tanto bene.

Ma il bello è che – per ogni cosa – era tutto un sìsì, controlliamo ma tanto è in garanzia. Adoro i tecnici Apple.

Il brutto è che saremo senza Leo e Macco per una decina di giorni. Io ho il mio buon G4, ma devo dire che non riesce molto bene a gestire Friendfeed + Gmail + Gmail per domini + Google Reader + Faceook. Addirittura, non mi faceva neanche vedere il video fan edit di Madonnaccia sul suo MySpace.

E così, ho chiesto in prestito il portatile ai miei.

E sto scrivendo da questo meraviglioso computer con Windows Vista.

Mi ci trovo malissimo. Tra tutte le impostazioni splendid non ho ancora trovato quella che mi aggrada per gestione colore/luminosità/contrasto. Gli altoparlanti sono pessimi. La tastiera è strana e sono più le lettere che salto che quelle che digito. E poi… ha su Windows! I caratteri sono orribili. Ma proprio orribili. Antialiasing, please! E non c’è Chrome che tenga: si vede che c’è comunque lo zampino di Redmond.

Un pensiero su “Dieci giorni

  1. i nipotini non hanno fatto del male a Macco, hanno timore di ciò che lo zio potrebbe fare loro.

    il piccolo F. ha pianto solo perché il danno pare essere avvenuto mentre lui era compitamente seduto alla scrivania. e credo che se io passassi con sguardo torvo e Macco sotto il braccio, scapperebbe a nascondersi e passerebbe una notte insonne temendo la mia ira.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *