Acqua calda @ home

Potrà sembrarvi strano, ma a casa mia l’acqua calda è un grosso problema. No, non è che manca. Però la casa è grossa, poi che senso ha consumare gas solo per tenere l’acqua in caldaia a temperaatura? L’acqua alla fin fine serve solo quando ci si lava, no?

E così, con queste convinzioni (loro, mica io!) e contenti (loro, mica io!) di contribuire a salvare il mondo dall’implosione causa utilizzo di tutte le risorse disponibili, succede che tutte le volte che ci si lava, si deve alzare quella maledetta manopola. Poi per me il problema è particolarmente grave visto che più fa freddo fuori, più o bisogno di ustionarmi. E così va da sè che prima poi spaccherò quella maledetta manopola, ovviamente dopo essermi assicurato che è bloccata sulla temperatura alta-altissima-attenzionebrucia.

Fortunatamente mi ero dimenticato del problema, facendomi da quando ci siamo trasferiti al piano di sotto, sempre la doccia. Doccia che dista circa 2/3/pochi metri di tubo nei muri dalla caldaia quindi l’acqua arriva calda..

Ma oggi, in preda ad un torcicollo (perchè si chiama torcicollo? Il mio collo era drittissimo e impossibilitato a fare qualsiasi movimento!) e un bloccaspalla assurdo, le ho provate di tutte. Mi son messo lo scaldacollo (regalato, mica l’ho comprato io) attorcigliato versione “tra un po’ non respiro più” per tutta la giornata. Sono arrivato pure al punto di studiare con la schiena incollata al calorifero (caaaaaaaaldo). E alla fine dell’estenuante giornata ho deciso di concedermi un bagno caldo, con oli essenziali al timo, lavanda e chi più ne ha più ne metta, ovviamente col la speranza che tutto il marketing intorno a queste robe 100%natura avesse un non so che di fondato..

Ma è iniziata la tragedia. Proprio perchè (come sono ripetitivo) mi ero dimenticato del problema! Quando ci si fa il bagno, al piano di sopra, bisogna non solo alzare la temperatura, ma anche aspettare un po’, che si scaldi tutta l’acqua del boiler. E invece io, illuso dalla prima acqua calda che usciva nella vasca, ero andato bello bello a cercare le cose da mettermi, mentre la vasca si riempiva di acqua bollente. Peccato che rientrato in bagno mi accorgo di qualcosa di strano. Niente vapore acqueo, nessuna sensazione di “attenzione acqua calda, qui ti ustioni”. E di fatti era GELATA. Forse è perchè le tubature fanno un po’ il giro dell’oca quindi ora che sta benedetta acqua calda è giunta a destinazione, ha lasciato il calda nel muro ed è solo acqua. Ovvero acqua fredda. Quindi freddissima per i miei gusti.

E così.. ho aspettato. E volevo solo farmi ‘sto cavolo di bagno bollente, perchè non ne potevo più. Avevo bisogno di reeeeeeeeeeeeeeeeeelax! E sì, vabbè, alla fine ‘sto cavolo di bagno caldo l’ho fatto. Però non era bollente quanto dicevo io, l’acqua continuava ad evaporare, quindi voleva dire che l’ambiente non era ancora saturo di vapore acqueo, quindi vuol dire che l’acqua non era calda come la volevo.

E il torcicollo bloccaspalla mica mi è passato. Sgrunt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *