Ci vuole sempre un po’ di bianco e alluminio

Ieri, giornata di shopping.

Si prevedeva una giornata intensissima, accompagnata dallo strisciare continuo della carta e invece… il nulla!

In dolce compagnia e raggiunto prima dal buon Halfblood + ragazzo e poi dal Gatto, si sono fatti un po’ di giretti in centro. I soliti H&M, Alcott, Zara. A no, aspetta, Zara no. Comunque, la delusione. Perché di quello che piaceva (ovviamente pochissima roba) non c’era mai la mia taglia. Oppure costava troppo (spendere 70€ per una felpa da Alcoot mi sembra oggettivamente troppo).  E soprattutto, quello che mi piaceva non era quello che più mi serviva. Non chiedevo molto: un paio di felpe, possibilmente leggere, con cappuccio e/o zip, una camicia. E sono tornato a casa con una maglietta, a maniche corte, di cui forse potevo fare anche a meno, visto che mi sta arrivando un’altra maglietta di Tokidoki.

Umpf!

Poi, vabbè. Si voleva pranzare da Pastarito, ma ecco, dire che ci hanno praticamente ignorato è dire poco. Il ristorante era comunque pieno e anche Holga da Bietoloussia non ci ha riconosciuto e salutato. Così, diretti al Mc in galleria. Streeees anche lì!

E dopo.. vabbè. Un giro da Camicissima, la prova della taglia, l’indecisione su quale prendere e alla fine la sorpresa: si possono comprare unicamente a gruppi di 4 a 99€. Ora. Già sono un indeciso. E capisco che il pack da 4 può essere scontato. Ma che so, darmi la possibilità di comprarne una a 30-35€ è troppo? Ci credo che poi è più diffuso Naracamicie [considerazione rubata al Byb. Ma tanto lui mi ruba i post, quindi siamo pari]!

Poi un veloce giretto alla Mondadori. Vedere un po’ di bianco/alluminio con Mele smozzicate sopra poteva risolleva sempre il morale, no?

12 pensieri su “Ci vuole sempre un po’ di bianco e alluminio

  1. Non sai come spendere i tuoi soldi?
    Non portarli alle banche.

    Versali con fiducia sul Potoconto.

    Un rendimento assicurato dello 0% (lordo e netto) annuo e in più NON puoi riavere i tuoi soldi quando vuoi…

    Chiama con fiducia.

    Potobank, costruita intorno a te

  2. Facciamo un gruppo d’acquisto Camicissima? Altri due volenterosi? 🙂 mica ti obbligheranno a comprarle tutte della stessa taglia…

  3. Yes sure, in realta’ milanese solo d’adozione (autocito la definizione del mio profilo su blogspot) 😉

  4. Ammetto che non ho ancora fatto un salto sul tuo blog.
    Appena ho tempo, in serata, vedo di leggere un po’.
    Comunque, benvenuto tra queste pagine 😛

  5. la cosa bella di ieri è che ho scoperto che hai dei gusti difficilerrimi e che il Byb è stato un grande quando quelle 3 portoghesi l’hanno bloccato per usarlo come modello prova! mi son troppo divertito! P.s. torniamo spesso dalla mondadori finché ci sono mele in offerta ehehehehe!

  6. Uh.. mi ero dimenticato dello giro in Mondadori/Ex-Messaggerie a sparlare del trucco di Renato Zero e a prendere (gratis) le mele valdostane.

    Per i miei gusti… è che, insomma, non è che mi stia bene tutto… e poi sì, purtroppo le cose che mi piacciono di più sono quelle (esageratamente) costose.

  7. uh, e non vi ho raccontato del viaggio di ritorno alla cittadina di provincia:
    – nella stazione del passante mi sono state chieste informazioni orarie sui treni. sull’arrivo in cittadine di provincia, ovviamente, non una domandina facile facile.
    – sul treno un tizio apparentemente nordafricano che non conosceva poco l’italiano mi ha chiesto di spiegargli cosa fossero certi documenti che aveva ricevuto via posta. ovviamente un CUD dall’INPS, una cosa semplicissima da spiegare.

    devo spegnere l’insegna Informazioni ogni tanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *