Pranzo, pomeriggio, sera

A volte è bello avere un intero giorno per non fare nulla.

Pensi che vuoi dormire tutto il giorno, attaccarti al Wii per giocare con Pikmin (che ti hanno regalato per il tuo comple -grazie Nicola!) o vederti Hairspray (altro regalo di compleanno – grazie Francy!).

E invece poi va a finire che dormi mezza mattina,vai a prendere il Byb per andare a pranzo da un’amica. E veniamo trascinati in giri a Milano a recuperare programmi, file, ripetizioni al volo di Soundtrack, la accompagni a parlare con alcuni professori, torni nell’hinterland all’ultimo e vuoi mangiare sushi e pizza, ma ovviamente è lunedì sera ed è tutto chiuso. Raccatti del sushi all’esselunga (wow!), riesci a farti portare la pizza dal fornitore abituale del loro hotel. E poi sei qui, ancora a casa sua.

Con il Byb che riesce a darle una mano con Maya, a modellare un favoloso coniglio in 3d.

Io, perfettamente inutile, senza Photoshop da usare.

E nel frattempo Wall-E sul megaschermo del salotto che ci tiene compagnia.

E una Playstation, che si potrebbe anche usare, se solo finisse di scaricare (e installare) l’aggiornamento software dopo la prima connessione ad internet…

Ma il bello è che queste giornate così, io le adoro.

Prendere, partire all’avventura, essere trascinato nel vortice di impegni della mia amica… è bello, molto bello. Giusto per uscire un po’ dal solito giro, dal solito tramtram, che tra sonno-lezioni-lavoro-studia/esercitazioni-sonno stava diventando un po’ ripetitiva…

Un pensiero su “Pranzo, pomeriggio, sera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *