Esperti di informatica #3 – La chat

Ed eccoci ad un nuovo fantasmagorico episodio!

Quello definitivo.

La chat via gtalk, iniziata da lui.

Esperto: ciao, metti il mio nome o cancelli l’articolo? Te lo sto chiedendo gentilmente

me: gentilmente come quando mi hai mandato affanculo?

Esperto: vaffanculo, se dai un’occhiata all’etimologia intrinseca della parola, non è un insulto
quindi non mi sento di dovermi scusare per quel termine

Bene.

Provvederò a cancellare il DB quanto prima.

Che poi, vogliamo veramente discutere dell’etimologia?

Io sapevo che la vaffa fosse il palo usato nel Medioevo per uccidere per impalare. Quindi, insomma, se qualcuno mi augura di morire, ecco, almeno le scuse ho il diritto di chiederle, no?

7 pensieri su “Esperti di informatica #3 – La chat

  1. ma la domanda mi sorge spontanea….

    essendo lui l’autore dell’articolo non puo editarlo personalmente mettendoci lui la firma anziche’ chiederlo a te? e poi voglio dire… in base a quello che hai scritto nei post precedenti tu hai fatto delle modifiche unicamente per vedere se venivano salvate o se c’erano dei problemi quindi nonpenso tu abbia cmabiato intere frasi, termini etc etc, magari hai cambiato solo il carattere quindi la reazione mandantodi a fanculo e dicentodi che non ti dovevi permettere piu che esagerata mi pare propio fuoriluogo.

  2. lascia stare il DB, che ovviamente non è suo, lascia sia lui semmai a farsi mandare via, o semmai a rovinare il DB.
    sarebbe stupido rivalersi su altri, che hanno pensato questo potesse essere una persona affidabile, e invece ora si trovano tra le mani una piccola bomba senza sicura.

    se la vedano loro.

    tu chiarisci la tua posizione, tiratene fuori, perché collaborare con certe persone pare non sia fattibile, e per il resto lascia perdere.

    quanto all’etimologia ho sempre pensato che vaffa’ fosse una specie contrazione di “vai a farti fottere”, da cui le varie locuzioni ‘nculo, in bagno, etc…

  3. “Vai a fare in culo”. Per lui è un complimento perché ehi, sei frocio! Cioè, bah. Patetico.

    Non cancellare il DB. Ma molla tutto il gruppo e lasciali crogiolare nel loro brodo. Una lunga lettera in cui dici che sei offeso personalmente per come sei stato trattato dopo tutto il lavoro che hai fatto per loro, e ciao a tutti.

    (Ah, ovviamente “vaffa in culo” è probabilmente l’etimologia più corretta)

  4. Sì sì l’etimologia è proprio quella. La “vaffa” era un lungo palo con cui sventravano soprattutto streghe ed eretiche lasciandole poi impalate in pubblica piazza. Quindì sì è un insulto, grave e offensivo.
    E lui è un poveretto, miope ed ignorante ed aggiungerei con un gigantesco senso di inferiorità e gravi problemi di insicurezza.
    Si facesse curare, come già detto.

  5. @Gatto Nero
    [aldilà se intendesse l’impalazione o fottere] dato che il gruppo è un gruppo omosessuale, mi sembra vagamente inappropriato, cioè auguro di trovare un grosso “calmante”, non mando a farsi fottere, in senso benaugurale.

    tra l’altro questo “esperto” è un nuovissimo aquisto che la maggior parte dei soci non conosce ancora, e il tono delle mail ha stupito tutti quanti. questo per dire che sebbene ci possano essere problemi col gruppo, alcuni di loro “valgono”, e non nel senso della garnier.

  6. Il DB rimane lì dov’è. Non ha senso cancellarlo o eliminare il sito.

    @Skram sì, esatto, ho solo cambiato leggermente il carattere per vedere se veniva salvato. Lui sostiene che come ho fatto questa modifica, che ha alterato il SUO articolo, potevo fare altro. Chessò, potevo cambiare una frase a caso, ma visto che sono stato attento a scegliere una determinata cosa (si parlava della giornata tdor o una roba del genere) e io ho evidenziato proprio il nome della giornata, allora gli ho cambiato l’articolo. Insomma, visto che era già pubblico e visibile a tutti, se avessi voluto fare una prova avrei dovuto scrivere PROVA da qualche parte, o evidenziare in rosa qualcosa, a caso. Non fare una modifica che non rovinava né l’estetica né il senso dell’articolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *