Manca poco (alla fine)

Ok.

Parlato col capo.

Domani darò le mie dimissioni, in modo da potermi dedicare principalmente all’uni.

Ci sono un paio di questioni da risolvere e non mi è piaciuto per nulla il suo approccio alla “mi dici qual’è il tuo ultimo giorno lavorativo e facciamo finta di nulla per il preavviso, che tanto per te, a livello economico, cambia ben poco, cosa vuoi che siano 100euro!”. Uhm. Sì, certo, come no.

In compenso, vuole che tra due anni, finita l’università, torni da loro.

Vedremo. Ma spero proprio di riuscire a cavarmela per conto mio.

Chissà, tra due anni, come e dove sarò.

8 pensieri su “Manca poco (alla fine)

  1. … Scusa, ma fra 2 anni non avevi deciso che saresti stato a capo di una qualche potenza mondiale e avresti incenerito il tuo vecchio ufficio?!

  2. Wow, che decisione!
    Sono contenta, non giudico il merito della questione solo tu puoi, ma aver fatto una scelta così importante che ti pesava dentro da tanto sarà comunque una cosa positiva per il tuo futuro, comunque vada.
    Un abbraccione stretto stretto!

  3. Impara l’arte e mettila da parte, tutto torna utile prima o poi, vai avanti per la tua strada e non tornare mai indietro.
    Il cambiamento è sempre necessario se vuoi crescere, progredire e migliorare e quando “costruisci” il tuo futuro devi concederti del sano egoismo e pensare ai tuoi interessi, perché quando non servirai più ci metteranno due minuti a scaricarti.
    Non conosco i particolari della questione, ogni tanto ho letto dei post in cui parlavi del tuo lavoro e una delle cose che notavo di più era questa tua insoddisfazione di base per la poca considerazione professionale che sentivi nei tuoi confronti, il clima per niente costruttivo del luogo di lavoro e una tensione generale di fondo.
    Le relazioni umane contano molto in tutto questo e nella mia vita professionale ho avuto a che fare con troppa gente per non notare quanto spesso la prima impressione infici nella maggior parte delle persone il parere che hanno sugli altri, e molto spesso nemmeno i fatti servono a far cambiare idea, alla fine resta solo una soluzione, cambiare aria.
    Il periodo forse non sarà dei migliori, ma è sempre meglio un po’ di instabilità che buttare anni inutilmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.