La redenzione

Oggi, come già anticipato, c’è stata la toccata e fuga al Telefilm Festival 09 organizzato da TV Sorrisi e Canzoni all’Apollo Spazio Cinema in pieno centro a Milano.

Prima di arrivare però, vista l’ora della proiezione, conveniva mangiare. E così, in compagnia di questo losco figuro (:D), ho tradito la mia fede incondizionata per Ronald McDonald e mangiato da Burger King. Anche se ho preso le stesse identiche cose. Le Nuggets King, Coca e patatine, spendendo, praticamente, gli stessi soldi.

Dopo di corsa (ma con calma) all’Apollo, dove mi sono incontrato con i colleghi, uno dei quali ha attirato l’interesse di qualcuno. Accredito e poi giù nel vortice TF09.

A momenti non trovavamo la sala, l’Urania, mandando in crisi persino un assiduo frequentatore del posto.

Ci sediamo e vogliamo strangolare un tizio che stava tenendo un comizio (inascoltabile) su serie tv, star, starlette, belle, belline, fighe da ti do una botta e ti distruggo. Peccato che lui fosse palesemente dell’altra sponda. Povero lui.

Si spengono le luci. Il tizio si zittisce, inizia 24 Redemption. Ma mi sorge qualche dubbio. Dov’è il timer? Perché non è iniziato con l’avvertimento che gli eventi sono narrati in tempo reale? Dov’è la mini sigletta? Perché non dice dove siamo e ci catapulta direttamente in una scena aperta, così a metà? Mi rispondo che magari è per il film e hanno cambiato un po’ le regole.

24_2008_group_ly_b5f-copiaFinalmente compare lui, Jack Bauer. Nessuna spiegazione, nulla che dica perché è lì. Qualcosa non torna, troppe cose lasciate in sospeso.

Ma vabbè. Ci gustiamo il film. Poi, cambio di pellicola o cd. Seconda parte. Compare l’avvertimento. Ci dice dell’ora (dalle 4pm alle 5). Si vede il timer, poi l’indicazione del luogo degli eventi. Ah che strano, penso. Magari quello di prima era una introduzione un po’ lunga.

Succede quello che succede. In stile 24. Ma arriviamo alla fine dell’ora. Ed è ancora tutto aperto.

Cambio di cd. Qualcosa non torna. Ma questo sembra quasi un flashback di quello che è successo prima. No, calma, com’è possibile? In 24 è fondamentale lo scorrere del tempo. Non possono assolutamente esserci flashback. Poi la sigletta. E l’avvertimo. E l’orario: dalle 3pm alle 4pm. Sacrilegio! Hanno confuso i dischi e proiettato con la sequenza sbagliata. Un po’ di rumori in sala, riaccendono le luci. Parliamo con quella davanti a noi, che ci chiarisce alcuni dubbi, visto che io mi ero perso la questione “film”.

In pratica, era partito come progetto di un film, ma poi hanno cambiato tutto e l’hanno reso un doppio episodio, che fa da ponte tra la 6ª stagione (che devo ancora vedere) e la 7ª (che non so se hanno già iniziato a trasmettere in USA).

Comunque alla fine decidiamo di vedere la parte che manca. E così si risolvono tutti quei dubbi che avevo. Si spiega il perché della presenza di Jack Bauer in quel posto dimenticato dal mondo, tornano tanti piccoli dettagli, si scopre qualcosa di più su certi personaggi che prima non avevano neanche quel minimo di presentazione tipica di 24.

E ora niente.

Devo assolutamente vedere la 7ª stagione.

E gli sceneggiatori sono stati dei geni. Perché con questo (barbaro) trucco del TV movie hanno potuto aprire un’importante parantesi narrativa per spiegare un po’ di cose senza andare a “rubare” del tempo alle 24 ore del day 7. Se non l’avessero fatto, si sarebbero ritrovati a dover gestire l’ennesimo ritorno di Jack senza poter dare spiegazioni, soprattutto sul perché sia in manette…

8 pensieri su “La redenzione

  1. Cavolo che brutto però, nun se fa! 😀
    La settima stagione è quasi finita, mancano solo tre puntate. Redemtpion era stato fatto appunto per coprire il buco temporale causato dallo scioperto degli sceneggiatori e altre cose, visto che la sesta stagione è finita a Maggio 2007 e la settima è iniziata solo a Gennaio 2009.
    È stata una lunga attesa…

  2. Già, non si fa.

    Un minimo di fastidio per l’errore c’era. Ma non ti dico certa gente come si è comportata (e mi son dimenticato di scriverlo nel post). Continuava ad urlare, inveire contro chi stava proiettando, l’organizzazione del cinema, ovviamente disturbandoci mentre stavamo vedendo quei 15/20 minuti iniziali che ci eravamo persi.

    Meno che la signora con cui avevamo chiaccherato si è mezza alterata anche lei e ha chiesto a questi tipi di stare zitti, che se volevano protestare lo potevano fare fuori e non dare fastidio a tutti noi che abbiamo subito lo stesso disagio.

    Bah.

    Sono rimasto senza parole. Va bene, in 24 ore è fondamentale la consequenzialità degli eventi, ma alla fine è un errore umano che può capitare e pazienza. È successo, bon. Pazienza. E tanto di guadagnato che lo stavano guardando in anteprima e gratis.

  3. I panini di BK hanno carne che sembra un po’ meno plastica, e le patatine sembrano plastica. Insomma, sembra tutto meno plastica che al McDonald’s.

  4. Dico la verità. Io non mangio panini da Mc, ma solo i McNuggets.

    Per le patatine, penso comunque che le migliori siano quelle del Ronald. Le BK o quelle di Spizzico sono tremende.

    Per la libertà di espressione… non mi sembra che l’Italia sia effettivamente un paese democratico con libertà di stampa e pensiero 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *