Sinceramente

Sinceramente sono stufo di tornare a casa e trovarti sveglia, ad aspettarmi. E a iniziare una litigata appena giro la chiave nella toppa. Per dire sempre le stesse identiche cose che, tradotte, implicano che io possa mettere il naso fuori di casa solo per andare a lavoro e nient’altro. Neanche uscire nel w-end o anche solo andare a prendere un gelato in piazza. E no, non dirmi di telefonarti. Perchè sai benissimo che è solo ipocrisia. Visto che poi litigeresti al telefono, con tuoi no, no, no, no. E ti chiuderei il telefono in faccia. 

 

Io non posso, non riesco a continuare così. Mi spiace.

4 pensieri su “Sinceramente

  1. hai pensato alla possibilità di inviare degli sms?

    ok, probabilmente litighereste lo stesso, ma forse lei si preoccupa per davvero a non sentirti rientrare, e non dormendoci la notte, dubito il suo umore possa migliorare.

  2. Lei non sa leggere i messaggi. Gliel’abbiamo spiegato mille volte. Ma si rifiuta di ascoltarci, perchè dice che tanto non le servono e che non ha tempo da perdere in queste cavolate.

    Avevo provato più e più volte a mandarli a mio padre, ma tanto lui tiene i telefoni spenti quando dorme, quindi è inutile.

  3. spiegale che nel caso tu ti accorga di fare tardi, preferisci non “rischiare” di svegliarla, e che preferisci inviarle un sms, così se è sveglia lo legge, se dorme, lo troverà quando si sveglia.
    etc….

    è dura, ma non sarà più dura che continuare a litigare così, no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *