iPhone 3G S. Un iPhone 3G con un po’ di S(peed).

Ingredienti:

  • iPhone 3G
  • fotocamera 3mpx con sistema di focus
  • firmware 3.0
  • nuovi banchi di RAM
  • nuovo processore ARM
  • modem HSDPA
  • (mini) battery pack aggiuntivo
  • una bussola

Ecco. Questo è il nuovo, attesissimo, iPhone.

hero-1-20090608

iPhone 3GS. Il più veloce e potente iPhone di sempre.

Nulla di nuovo, nulla di innovativo.

Una camera con autofocus fa comodo, ma ormai è praticamente lo standard di mercato, flash compreso. E l’iPhone 3GS non ce l’ha.

Un upgrade di processore e RAM, che rende le app up to 2x faster. Ah, anche la capacità di storage. Che, insomma, è necessario. E fisiologico.

Un upgrade del modem, che ora è HSDPA. Finalmente. Sono anni che Nokia li commercializza.

Un (leggero) upgrade della batteria, che dura tra il 20 e il 30% in più. Ed è decisamente poco, visto che iPhone ciuccia un sacco di batteria. Vuol dire che si riuscirà ad arrivare alla giornata e mezza di autonomia. Complimenti.

Questo iPhone 3GS è un semplice speed bump. E non è una sensazione e un’impressione. È praticamente ufficiale. A partire dal nome (iPhone 3G Speed), a partire dallo slogan.

Ed una cosa ridicola, visto che si è atteso 1 anno per una cavolata del genere.

Apple ha osato poco, troppo poco.

Ha fatto passi avanti con il software, che ora offre un’ottima implementazione del copia-incolla, notifiche push per tutte le applicazioni che lo richiedono, la possibilità di usare la tastiera in modalità landscape in ogni situazione, il supporto agli MMS, il voice memo, la ricerca Spotlight di ogni contenuto (contatti, mail, preferiti, musica, video, foto, eventi) del telefono, il tethering della connessione via USB o bluetooth, senza installare alcun driver.

Un software che rimane indubbiamente il più avanzato per User Interface e Experience. È efficace, tutto è dove dovrebbe essere, è semplicissimo da usare e molto comodo. Sono tante piccole cose che lo rendono così. Come la possibilità di fare scolling trascinado il dito in qualsiasi punto dello schermo e non dover cercare barre di scorrimento che appartengono ancora ad una concezione di UI sbagliata per un touch screen. O la semplicità di mettere a fuoco una determinata parte dell’immagine: un tap sull’anteprima e la fotocamera metterà a fuoco in quel punto.

Però poi Apple si perde in un bicchiere d’acqua. E sbaglia.

Ammetto di avere una una brutta impressione. L’impressione che per pure scelte di marketing certe funzioni, ottenibili tranquillamente via software, sono state deliberatamente lasciate fuori dal firmware 3.0 e poter così differenziare maggiormente il “nuovo” nato e spingerne le vendite, avendo sostenuto costi di ricerca molto contenuti.

Perché non venitemi a dire che per il riconoscimento vocale, per il Voice Over, per la registrazione dei video era necessario un upgrade dell’HW.

Sono tutte funzioni presenti su telefono di almeno 4 anni fa, come il Nokia N70, uno dei primi ad implementare un sistema di sintesi vocale che non necessita di registrare preventivamente il nome e le scorciatoie.

Inoltre la registrazione dei video (in formato .mp4) è possibile sia sul primo iPhone che sul 3G tramite software non ufficiali. Un processore più potente e una quantità maggiore di RAM fa sicuramente comodo, ma se ci riescono programmi tarocchi, sfruttando hacking vari, possibile che Apple, con la conoscenza dell’HW che ha progettato, con la conoscenza delle sue API, e di come lavorano memoria e processere e fotocamera, possibile che non riuscisse ad implementarlo?

Ripeto, la mia impressione è che sia una mera scelta commerciale.

Perché se ci fosse la registrazione video e il riconoscimento vocale nel firmware 3.0, al “nuovo” iPhone 3GS non rimarrebbe nulla.

Solo l’autofocus (inutile, in notturna, senza led), una bussola, un po’ di memoria in più e un processore più potente (per una grafica migliore nei giochi e fare contenta Electronic Arts & co e guadagnare ancora di più dall’App Store, anche con il nuovo in app purchase?).

6 pensieri su “iPhone 3G S. Un iPhone 3G con un po’ di S(peed).

  1. @Byb @egidia
    certo che lo vorrò!
    Tra un mese esatto, giusto in tempo perché arrivi nei negozi.

    @falcon82
    così come per i video, non è una cosa che non userei sempre.
    Ma in certe situazioni, ad esempio in macchina, farebbe molto comodo, soprattutto se associata ad un vivavoce bluetooth.
    Al di là dell’utilità reale, è un discorso su una funzione (utile e sicura) che hanno ormai tutti i cellulari, anche quelli da 100/150€.

  2. ahahahahaha!! bene lory se recupero un po’ di soldini mi sa che andiamo a comprarlo insieme… 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *