Mura e torri

Ci speravo. Veramente tanto.
Speravo che finalmente, si riuscisse ad organizzare un week-end al mare con Love e una cara coppia di amici.
Settimana scorsa era arrivata la proposta, avevo scoperto che avevo un giorno libero grazie alle vacanze di Pasqua e quindi si poteva sfruttare l’occasione per cambiare aria.
Nella “piccola” casetta del mio amico in Liguria, non ho ben identificato dove. “Piccola”, anche se lui dice che ci sono 3 camere da letto e 2 bagni. Se per lui è piccola..
Ero già contentissimo, c’era solo da sentire la sua lei, per avere conferma che anche lei fosse disponibile.
Ovviamente no, perchè lei per il pranzo di Pasqua deve essere assolutamente a casa perchè lo deve passare in famiglia.
Sfuma così l’idea di farci venerdì, sabato, domenica al mare e tornare lunedì in mattinata. Proponiamo di riportarla a casa domenica mattina, tanto per un’oretta e mezza di macchina, si può anche fare, no?
E il tutto rimane così sospeso. Fino ad oggi.
Tanto per un’oretta e mezza di macchina, si può anche fare, no?
Ebbene, no! Perchè lei non ha voglia di farsi 3 ore di macchina per 2 giorni e mezzi di vacanza.
Propone invece di partire lunedì pomeriggio e fare tutta la settimana. Chissene frega poi se io, Love e il suo ragazzo in settimana lavoriamo e dobbiamo chiedere (chi più, chi meno) giorni di permesso, se ce li concedono.
Mal che vada, io e Love non andiamo. Interessante, vero?
E io ci sono rimasto veramente male, perchè, ancora una volta, si è dimostrata per quella che è. Una schifosa egoista, che pensa solo a sè e se ne frega degli altri. Una qualsiasi altra persona, si sarebbe adeguata alle necessità della maggioranza, al massimo trovando lei una soluzione al suo problema. Una qualsiasi altra persona sarebbe scesa a compromessi. Invece no. Se ne frega degli altri. Il suo vocabolario non comprende la parola compomessi. Non si può discutere con lei, perchè è bravissima ad erigire muri insormontabili. E ha persino il potere di ottenere (quasi sempre) quello che vuole.
Ma oggi ero talmente arrabbiato che mi veniva voglia di prendere il telefono e dirle, una volta per tutta, che è solo una schifosa egoista e viziata del cavolo.
Perchè io, e credo pure gli altri, ci tenevo veramente ad andare tutti insieme, anche solo per 2 giorni e mezzo. Ma lei, di me, se ne frega. Tranne quando ha bisogno di una spalla su cui piangere. E non ha capito, forse, che può farmi pure tutti i tiramisù (buonissimi, tra l’altro) che vuole, ma a me, questo suo comportamento, non potrà mai andare giù.

Ma alla fine, non l’ho chiamata.
Perchè alla fine, la conosco da 9 anni.
E si è sempre comportata così.
E ho sprecato fiato e fiato.
E non è mai cambiata.
Quindi, perchè mi ostino, tutte le volte, ad arrabbiarmi?
Mentre lei, dall’alto della sua torre protetta da mura insormontabili guarda il mondo dall’alto in basso, se ne frega?

4 pensieri su “Mura e torri

  1. e allora c’è un problema.
    questa è tipo la seconda volta che leggo di questa stracciamaroni.
    la lascerò passare per stavolta.
    alla terza però no.
    dovrà scattare il calcio in culo.
    è necessario non farsi appesantire da certe persone, dai loro egoismi, dai loro egocentrismi.
    l’amicizia si basa su una reciprocità d’affetti e intenti, non è unidirezionale.
    a meno che anche lei non sopporti di te comportamenti che non so e che non scrivi, direi che la bilancia pende a tuo sfavore.
    calcio in culo incoming.

    poi ci sarà tempo per le spiegazioni e un riappacificamento magari.
    ma mandare a fanculo è così bello.
    giuro.

  2. ops!
    temo di averti nominato…

    sul mio blog troverai il metodo per continuare la catena.

    ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *