Banalmente, auguri!

Capita che sia il caso, mentre sono in coda, che ci faccia incontrare.

Capita che il tuo lui, poi, si diverta a prendermi in giro.

E capita pure che – chissà come – decida di fare lo sbruffone e di autoinvitarmi a cena con voi, in attesa che inizi l’evento.

Capita pure che alla fine dell’evento ci sia uno scambio di bigliettini da visita.

E inizia, nel buoio di quella notte, uno scambio di email.

Dopo un sacco di tempo, ci si rivede, una sera, a Bergamo. E inizio ad amare quella città.

Poi capita che io diventi un noi.

E ho un nuovo invito per Bergamo, per una festa di un tuo collega. Ma chi pensava che non sarebbe stata una noiosissima festa in giacca e cravatta con perfetti sconosciuti? Chi pensava che anzichè essere un io, potevo essere un noi, senza problemi?

E continua a crescere qualcosa. Le confidenze, i consigli, un sentimento di affetto e amicizia che diventa sempre più forte.

E poi, finalmente, ti presento il mio “noi”.

Giretti e cene a Milano e a Varese, altri compleanni, cenette nella tua fantastica casa per guardare San Remo in versione retrò, un po’ di idee e progetti miseramente falliti.

E l’annuncio di quel che succederà l’8-8-8, qui.

E la mia felicità, la nostra felicità, per te, per voi.

E la certezza, avuta ormai qualche giorno fa, che quella felicità, quei momenti, quegli attimi li condivideremo con voi e saranno per sempre impressi nella nostra memoria.

Ma oggi, alla fine, posso fare ben poco.

Oggi posso solo farti gli auguri per il tuo compleanno.

Auguri,

Francy,

auguri.

3 pensieri su “Banalmente, auguri!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *