Archivi tag: serial TV

Avanti e indietro, mentre la gente impazziva

E l’esame, in qualche modo è andato.

Bah bah bah e ancora bah.

Un po’ di cose da fare e non ce l’ho fatta.

Regali da incartare e voglia zero.

Serie arretrate da vedere. Ma gli episodi che ho visto mi hanno lasciato un po’ così. Forse è ora di iniziare a scremare vecchie serie e lasciare posto alle nuove. Come Dollhouse, per dire.

Poi c’è quel maledetto cofanetto blueray della prima stagione di The Tudors che mi attira (ah, no, non è vero: è finita la promo a prezzo scontato. Doh!).

E poi boh. Dopo domani un po’ di tranquillità, dopo ovviamente essere impazzito in giro per negozi a prendere le ultime cose. Sperando che non nevichi troppo, s’intende.

E iniziamo pure Dexter

Era un po’ che era lì nel cassetto.

E poi dopo aver finito la seconda stagione di Six Feet Under, il collegamento, visto che l’attore principale è lo stesso, era quasi ovvio.

dexter-logo

Così questa sera mi sono buttato nella visione del primo episodio di Dexter.

Ottimo.

E sembra che ci siano pure i dvd in offerta alla Feltrinelli (sia di Dexter che di Six Feet Under). Prevedo un saccheggio, a breve.

24/7

24.

Day 7.

Il finto protagonista è un imbecille ingiacchettato che crede di far parte dei buoni e passa tutti gli episodi a mettere i bastoni tra le ruote al povero e sfigato Jack Bauer, che tutto risolve, tutto distrugge. E con lo stesso cacciavite riesce sia ad ammazzare un terrorista sia ad accendere una macchina, come solo McGuyver sa fare.

Una finta analista incapace non fa altro che non fare mentre l’ottima Chloe O’Brian semplicemente non viene neanche inquadrata per episodi ed episodi. Insomma, ci sono le capacità, perché usarle?

I migliori muoiono oppure non ricompaiono.

I morti risorgono, manco fosse Beautiful.

Tutto questo continuo ciclo di Bauer sta con noi e poi Bauer è un assassino arrestatelo e poi Bauer sta con noi ha rotto.

La trama è talmente debole che hanno dovuto inventarsi 3 attentati diversi per riuscire ad arrivare al 24esimo episodio. Beh, spero siano solo 3. Io sono solo al 15° episodio.

E hanno pure fatto un film, di collegamento tra la 6ª e la 7ª stagione, per spiegare cose che in realtà non vengono neanche spiegate. Né sono necessarie, se non per fare cassa con i diritti TV.

Rivoglio gli sceneggiatori delle prime stagioni.

Quelle dei colpi di scena, quelle del premi avanti e vai subito all’episodio successivo, quelle dell’aiuto-non-c’è-un-momento-di-pausa e del non-resisto-una-settimana-senza-sapere-cosa-succede.

E invece no, uff.

Questa settima season è ai limiti del noioso e del ripetitivo.

Hanno annunciato il day 8, che verrà trasmesso negli USA a Gennaio.

Spero che risollevino un po’ il tono del serial. Altrimenti tanto vale mandare Jack Bauer in pensione e concedergli un po’ di meritato riposo.

Uh, Gossip Girl, season 3!

Ovviamente, dopo la fine strappalacrime di Dawson’s Creek, dopo una ultima stagione ridicola di The O.C., potevo io non impazzire per l’ennesimo teen-drama? Eccertocchenno! Quindi lo ammetto. Io guardo Gossip Girl.

Gossip Girl, season 3

E questa è una foto del cast, per la promozione della season 3, in onda a Settembre su tutti gli schermi USA. Non capisco perché Jenny è conciata così. Ma Blair è fantastica. E Serena è sempre la solita volgarotta. Umpf.